Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

IRAN: UCIDE LA CUGINA COL CONSENSO DELLA FAMIGLIA, ASSOLTO


IRAN: UCIDE LA CUGINA COL CONSENSO DELLA FAMIGLIA, ASSOLTO
12/11/2008, 10:11

Un iraniano, Shakur, è stato assolto in Tribunale dall'accusa di avere ucciso la cugina, perchè lei era "mahdur-ol-dam" (letteralmente: una persona il cui sangue non ha valore), cioè era considerata corrotta, in quanto - secondo i suoi familiari - violava i precetti dell'Islam. Quindi c'è stata una riunione di famiglia, a cui ha partecipato anche il padre della ragazza, ed è stato deciso di ucciderla, dando l'incarico al cugino. Ora lui dovrà pagare un risarcimento in denaro, come prescrive la legge, al padre della ragazza uccisa, ma non ha altri obblighi.

Non è una "procedura" molto diversa da quella che usò la famiglia di Hina, la ragazza uccisa dai genitori a Brescia perchè vestiva e si comportava troppo all'occidentale. Sono le degenerazioni tradizionali di una religione, inquesto caso l'Islam.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©