Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

I feriti sono centinaia, la sicurezza è praticamente nulla

Iraq: sei esplosioni a Baghdad, oltre 30 morti


Iraq: sei esplosioni a Baghdad, oltre 30 morti
06/04/2010, 11:04

BAGHDAD (IRAQ) - Ancora una volta, una serie di esplosioni hanno trasformato la giornata della capitate irachena, Baghdad, in una tragica giornata. Ben sei attentati esplosivi hanno colpito varie zone della città, sia in periferia che nella parte più sorvegliata, la zona delle ambasciate. Il bilancio provvisorio è di 34 morti, oltre 100 feriti, una parte dei quali in gravissime condizioni, e quattro edifici distrutti dalle esplosioni. Un kamikaze si è fattio esplodere a poca distanza dall'ambasciata britannica, in quella che una volta era chiamata "zona verde", perchè era considerata la più sicura della città.
Immediatamente le responsabilità sono state attribuite ad Al Qaeda, accusata di voler colpire in un momento di scarsa stabilità politica. Infatti si sta cercando di creare un governo, agli ordini di Allawi, ex primo ministro, che però ha vinto di soli due seggi su al Maliki, ma sono due seggi contestatissimi. Di conseguenza bisogna trovare un certo equilibrio tra le due parti politiche.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©