Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Bagno di sangue, si contano oltre 80 morti

Iraq, serie di autobombe: è mattanza sciita


Iraq, serie di autobombe: è mattanza sciita
20/05/2013, 20:01

Baghdad - Bagno di sangue in Iraq per una serie di autobombe, tutte contro le comunità sciite, che hanno provocato la morte di circa 86 persone in tutto il Paese e centinaia di feriti portando il bilancio settimanale a 230 vittime. Due autobombe sono esplose a Bassora, città scita a 420 chilometri da Baghdad, la prima ha colpito un chiosco di panini uccidendo nove persone, una seconda autobomba ha invece colpito il terminal di autobus a Saad Square uccidendone cinque. A Baghdad un ordigno e' invece esploso in un mercato molto affollato a Kamaliya uccidendo sette persone. Altre 30 persone sono morte per altre esplosioni nei quartieri di Ilaam, Diyala Bridge, al-Shurta, Shula, Zaafaraniya e Sadr City, tutte aree ad alta concentrazione di popolazione sciita. Un'autobomba e' poi esplosa nei pressi di un autobus pieno di pellegrini iraniani causando almeno 8 morti a Samarra, a nord di Baghdad. L'autobus era diretto verso un santuario sciita. In serata altre 12 persone sono morte e 20 sono rimaste ferite a causa dell'esplosione di un'autobomba nei pressi di un mercato nell'area sciita di Shaab, a nord di Baghdad. Altre sei persone sono infine rimaste uccise e una settantina ferite nell'esplosione di due bombe in moschee sciite a Hilla, 100 chilometri a sud di Baghdad. Gli attentati hanno colpito la moschea di Al-Wardiyah, dove e' esploso un ordigno, e quella di Al-Graita, nel mirino di un kamikaze che si e' fatto saltare per aria. Entrambi gli attentati sono avvenuti durante le preghiere serali. 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©

Correlati