Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Maggioranza allargata a Fine Gael e Laburisti

Irlanda al voto, crolla il Fianna Fail


Irlanda al voto, crolla il Fianna Fail
27/02/2011, 16:02

Clamorosa debacle alle elezioni irlandesi per il partito Fianna Fail,  accusato di essere uno dei diretti responsabili del fallimento bancario nazionale. La maggioranza, dopo il responso della tornata elettorale di oggi, è stata allargata al Fine Gael, nazional-popolari, ed al Partito Laburista.
 
Il Fianna Fail ha avuto la sua fondazione nel 1926 grazie ad Eamon de Valera, il partito è sempre stato di centro-sinistra radicale, con il tempo e con la complicità del lungo permanere al governo, la posizione si è spostata verso tendenze conservatrici e liberal-democratiche. Fianna, il nome del partito, è isprato ad una realtà irlandese dalle connotazioni epiche, letteralmente si traduce: gruppo armato o banda di uomini armati, esprimendo quindi, nella politica, i valori più alti di libertà e ribellione del popolo. E' il partito che vanta la più lunga permanenza al governo di un paese dopo il partito socialdemocratico svedese.
 
Se però il popolo irlandese ha bocciato il Fianna Fail allo stesso tempo hanno accettato il programa di austerity per risanare le casse celtiche. Il partito che ha vinto è il Fine Gael, la "famiglia di irlandesi" fondata nel 1933 dall'unione del partito centrista, del partito nazional-popolare e di quello fascista. Non avendo la maggioranza dei seggi in parlamento il Fine Gael sarà costretto a formare una coalizione con i laburisti. Ora cambia il governo, da tre anni al centro-destra di Fianna Fail, per risanare il debito contratto. Ora l'Irlanda ha una maggioranza allargata tra laburisti e nazional-popolari centristi è qualcosa di assai improbabile, ma nel paese celtico sono tutti a rimboccarsi le maniche, non c'è tempo per giocare "ai nemici".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©