Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Così potrà accedere ai prestiti nei prossimi anni

Irlanda: il 60% vota a favore dell'Unione Fiscale


Irlanda: il 60% vota a favore dell'Unione Fiscale
01/06/2012, 18:06

DUBLINO (IRLANDA) - I cittadini irlandesi questa volta hanno detto di sì. Dopo due referendum (nel 2002 e nel 2008) in cui si era detto no all'Europa, questa volta gli irlandesi hanno accettato di buon grado l'Unione Fiscale, cioè quell'accordo tra i 17 Paesi dell'euro per una armonizzazione progressiva dei bilanci che comprende anche il Fiscal compact. Un successo superiore alle aspettative, dato che era prevista una fortissima astensione. Invece, come riporta Repubblica, hanno votato a favore dell'Unione Fiscale ben il 60% degli aventi diritto.
Ma è probabile che a far dire sì al referendum sia stato da una parte l'inutilità a dire il contrario (il patto sarà vincolante per tutti i 17 Paesi appena lo avranno ratificato in 12), e dall'altra il fatto che dire di no avrebbe impedito all'Irlanda di ricevere ilpacchetto di aiuti per 85 miliardi già previsto per il 2013. Ed è stato proprio questo l'argomento principale dei partiti che hanno spinto per il sì; mentre per il no si sono espressi solo i socialisti e lo Sinn Fein (il partito che vuole la separazione dell'Irlanda dalla Gran Bretagna e che una volta era considerato il braccio politico dell'IRA).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©