Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il governo proponente ne esce sconfitto

Irlanda, il referendum dice no alla soppressione del senato

Attesa per referendum sulla formazione corte d'appello

Irlanda, il referendum dice no alla soppressione del senato
06/10/2013, 17:51

IRLANDA- Il Senato non sarà abolito, il Parlamento in Irlanda resta bicamerale. Questo è l'esito del referendum proposto ai cittadini sul mantenere o meno l'istituzione in questione, considerata da molti inutile e costosa.

Ad esprimere il proprio si contro la proposta, che veniva dallo stesso governo, ben il 51,7% degli irlandesi.  Enda Kenny, leader del partito di maggioranza,  intendeva abolire un’istituzione datata: il Seanad irlandese infatti è formato da membri non eletti dal popolo, bensì da personalità nominate da senatori uscenti, deputati e rappresentanti locali, dal premier e dalle università.
Di fatto non ha potere, in quanto non può bocciare una legge emessa dal Parlamento, bensì solo rinviarla di tre mesi, cosa avvenuta solo due volte in 75 anni.

Contemporaneamente, si è tenuto anche un altro referendum, riguardante la proposta di formazione di una corte d’appello. Gli esiti di questa consultazione sono ancora incerti, dato che i risultati definitivi non sono ancora stati resi noti, ma secondo molte emittenti è probabile che in questo caso prevalga la frangia che spinge per la creazione dell’istituzione.

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©