Dal mondo / America

Commenta Stampa

Paura anche in Mississipi e Alabama

Isaac, 60mila evacuati in Louisiana


Isaac, 60mila evacuati in Louisiana
30/08/2012, 20:39

NEW ORLEANS – L’uragano Issac continua a far tremare la popolazione in Alabama e Mississipi, dopo aver causato enormi danni in Louisiana, costringendo circa 60.000 persone ad evacuare lungo il fiume Tangipahoa, tra le cittadine di Kentwood e Robert. La diga sul lago Tangipahoa, nel Percy Quin State Park, “è danneggiata, ma gli argini del fiume stanno reggendo. Il cedimento della diga è ancora considerato probabile”.
Gli esperti del centro meteorologico nazionale temono che Isaac abbia generato almeno tre trombe d'aria nel corso della notte. Le popolazioni interessate che da ore combatto con i forti venti, la pioggia battente e l'innalzamento del livello delle acque dei fiumi, sono state messe ulteriormente in stato di allerta.
Secondo gli esperti Isaac resta pericoloso. Sono oltre 600mila le abitazioni nella zona di New Orleans rimaste senza elettricità. In Louisiana Isaac ha lasciato detriti ovunque. I semafori non funzionano, così come l'illuminazione stradale.
Si inizia la conta dei danni che pare abbiano già superato abbondantemente il miliardo e mezzo di dollari. Ma la paura non è ancora finita perché muovendosi a meno di dieci chilometri l'ora, secondo le previsioni, Isaac potrebbe imperversare ancora per un paio di giorni prima di sgonfiarsi e ridursi a depressione tropicale. Bisognerà attendere diversi giorni prima che la situazione torni alla normalità. Si dovrà aspettare che il vento, che ora raggiunge i 113 kmh, scenda sotto ai 50 kmh. Il responsabile della protezione civile del Sud-Est della Louisiana, Timothy Doody, ha raccontato che la mareggiata causata da Isaac ha fatto elevare il livello del fiume Mississippi di quasi due metri e mezzo, e ha ammesso che si tratta di un livello maggiore del previsto.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©