Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Islanda verso l'Unione Europea, il Parlamento ha detto sì


Islanda verso l'Unione Europea, il Parlamento ha detto sì
17/07/2009, 09:07

Il Parlamento islandese, anche se a fatica, ha dato l'ok per l'inizio dei colloqui che permetteranno alla piccola nazione del Nord Europa di entrare nell'Unione Europea. Non sarà una cosa rapida - il premier Johanna Sigurdardottir stima da due anni e mezzo a quattro - e di mezzo ci sarà un referendum; ma l'Islanda ha deciso di abbandonare la propria posizione di neutralità - se non ostilità - verso l'Unione Europea. A spingerla in questa direzione, la recente crisi economica, tuttora in corso, che ha costretto la Banca Centrale Islandese a portare i tassi di interesse alle stelle, senza salvare le aziende quotate alla Borsa locale, che hanno perso quasi completamente il proprio valore.
Naturalmente questo è solo il primo passo di un lungo perscorso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©