Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Sarà l'ex giornalista a fare il Ministro dell'Economia

Israele: accordo Netanyahu-Lapid, via al nuovo governo


Israele: accordo Netanyahu-Lapid, via al nuovo governo
15/03/2013, 20:33

TEL AVIV (ISRAELE) - Raggiunto l'accordo tra il premier Benjamin Netanyahu e Yair Lapid, leader del partito centrista Yesh Atid, per la formazione del nuovo governo. Il primo terrà i posti chiave, come il Ministero della Difesa, affidato a Moshe Yaloon, ex capo di Stato Maggiore. Il secondo invece sarà Ministro delle Finanze, uno dei posti prestigiosi ma politicamente scomodi al punto che viene definito "il cimitero delle carriere politiche". Ancora più scomodo per lui, che ha fatto una campagna elettorale basata proprio su una dura critica al precedente governo Netanyahu per le troppe spese fatte dal pubblico. E c'è un altro dato da considerare: una decina di anni fa, in TV, Lapid intervistò Netanyahu, e ad un certo punto disse: "Io non so niente sull'economia israeliana". E il premier gli rispose: "Spero che abbia cominciato a studiare".
Resta da capire come Lapid riuscirà a conciliare la necessità di ridurre le spese (se non vuole aumentare le tasse, tradendo quella classe media che l'ha eletto) con le richieste di Netanyahu e del suo alleato Naftali Bennet di potenziare le spese militari e quelle civili per ampliare le colonie illegali che Israele ha in CIsgiordania. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©