Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ma il sospetto è che la decisione sia in funzione anti-Iran

Israele: accordo tra Likud e Kadima per finire la legislatura


Israele: accordo tra Likud e Kadima per finire la legislatura
08/05/2012, 10:05

TEL AVIV (ISRAELE) - Una lunga ed estenuante trattativa nel cuore della notte, ma alla fine l'accordo è stato trovato: il partito Kadima trova l'accordo con il Likud, guidato dal premier Benjamin Netanyahu, ed entra nel governo. Il suo leader, Shaul Mofaz (che da due mesi ha preso il posto di Tzipi Livni), diventerà vicepremier e lui e i suoi ministri faranno parte del Consiglio nazionale di difesa, la più alta autorità politica prevista dall'ordinamento israeliano.
Lo scopo ufficialmente è rafforzare il governo, dato che adesso, con 90 voti sui 120 deputati della Knesset, c'è la sicurezza della maggioranza, anche in caso di singole defezioni; ma sarà vero che questo è l'unico motivo? Ovviamente dalle dichiarazioni non traspare altro, salvo la volontà di portare la legislatura al suo termine naturale, a novembre 2013; ma allora perchè tanta fretta per un accordo notturno? Il sospetto ricade sempre lì, sull'Iran. Non è un mistero che il governo israeliano vuole attaccare l'Iran, insieme agli Usa; o anche senza alleati, dato che il governo statunitense ha altri problemi ed oggi potrebbe non accettare l'idea di impegnarsi in un'altra guerra. E una maggioranza così larga garantirebbe la tenuta interna di fronte a qualche possibile reazione di protesta.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©