Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Intanto progetta la costruzione di una centrale nucleare

Israele agli USA: fuori l'Iran dall'Onu


Israele agli USA: fuori l'Iran dall'Onu
09/03/2010, 11:03

GERUSALEMME - Il vice Presidente americano Joe Biden è in Israele; e quando ci sono visite di così alto livello, Israele sa che avrà il via libera ad altri aiuti e vantaggi. E così già ieri il governo ha autorizzato la costruzione, nelle colonie illegali che Israele ha in territorio palestinese, di altre 112 abitazioni, destinate ad accogliere altri 400-500 "coloni", cioè una brigata di paramilitari incaricati di attaccare i cittadini palestinesi. Oggi poi la comunicazione del Ministro per le Infrastrutture Uzi Landau, che Israele costruirà una nuova centrale nucleare. "SIamo in grado di costruirla da soli - ha detto Landau - ma chiederemo la collaborazione della Francia e della Giordania". Con il primo che sta disperatamente cercando nuovi Paesi in cui costruire centrali nucleari, altrimenti la Edf rischia di chiudere; e la seconda che è uno dei pochi Paesi arabi che intrattierne relazioni diplomatiche con Tel Aviv. Anche se appare tragicamente buffo questo annuncio: Israele è uno dei più Paesi che più grida per impedire all'Iran di costruire una centrale nucleare, quando è l'unico Paese, insieme agli USA ad avere usato armi nucleari (utilizzò le cosiddette mini-nukes contro il Libano nel 2006), ha una centrale nucleare a cui l'Aiea (Agenzia internazionale per l'energia atomica) non può accedere, non ha mai firmato il trattato di non proliferazione nucleare e ha oltre 100 missili a testata nucleare già pronti, anche se non l'ha mai confermato ufficialmente.
Oggi poi, durante l'incontro tra il Ministro dlgli Esteri Simon Peres e il vice Presidente Biden, è stata resa nota la nuova perentoria richiesta di Tel Aviv: gli USA dovranno fare in modo da espellere l'Iran dalle Nazioni Unite. La richiesta non è insolita: è noto che i piani israeliani prevedono un attacco militare contro l'Iran con intensi bombardamenti sulle città. Espellendo il Paese dall'Onu, all'Iran verrebbe anche tolta una importante tribuna da cui denunciare l'aggressione subita

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©