Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Israele: avviata l'operazione per sigillare la striscia di Gaza


Israele: avviata l'operazione per sigillare la striscia di Gaza
13/05/2009, 10:05

Ufficialmente è una misura che il Comando meridionale delle forze di difesa israeliane (IDF) ha preso per difendere il Paese dall'intrusione di terroristi. Parlo di una barriera della lunghezza di 40 chilometri, tra il valico di Kerem Shalom e la città israliana di Nitzana. Una barriera fatta di filo spinato, tesa a bloccare tutti i passaggi che permettono ai palestinesi di Gaza di uscire dalla loro zona.
Quindi abbiamo Gaza che a nord non ha sbocchi, grazie a questa barriera e ai tratti del famoso muro israeliano (ma costruito solo in territorio palestinese, ndr) già costruiti; a sud non ha sbocchi, perchè il confine egiziano è chiuso da un muro, per difendersi da eventuali attacchi israeliani; sul mare non ci sono sbocchi, perchè le motovedette israeliane affondano qualsiasi natante lasci le rive palestinesi. Qualcuno può spiegarmi qual è la differenza, una volta costruita questa barriera, tra la striscia di Gaza e il ghetto di Varsavia del 1939-1945? A parte ovviamente che allora gli ebrei erano le vittime e oggi sono i carnefici.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©