Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Saltato l'appuntamento di protesta contro Israele

Israele: carcere per 124 attivisti filo-palestinesi


Israele: carcere per 124 attivisti filo-palestinesi
09/07/2011, 12:07

TEL AVIV (ISRAELE) - Non è riuscito il piano di molti manifestanti filo-palestinesi, di recarsi l'8 Luglio nel principale aeroporto israeliano, per manifestare contro la politica israeliana e internazionale.

Alcune compagnie aeree hanno rifiutato di imbarcare molte persone a bordo di aerei diretti a Tel Aviv perche' il loro nome compariva su una lista di indesiderabili sottoscrita dal governo israeliano, dando così ascolto al primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu che aveva dato l'ordine di bloccare l'imbarco agli attivisti che si sarebbero uniti alla protesta "fly-in", giustificando la decisione con la motiviazione che '' ogni Paese ha il diritto di prevenire l'ingresso di facinorosi e di provocatori nei propri confini".

La decisione ha scatenato epidosi di violenza all'aereoporto Charles de Gaulle di Parigi e in quello di Ginevra.
Per quei pochi arrivati all'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, circa 124, è scattato l'arresto da parte delle autorità israeliane.



 

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©