Israele invade la Siria per portare via 800 “caschi bianchi“ - JulieNews - 1

Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

L'operazione in collaborazione con Usa e Paesi europei

Israele invade la Siria per portare via 800 "caschi bianchi"


Un gruppo di caschi bianchi in posa. Notare i loro vestiti immacolati...
Un gruppo di caschi bianchi in posa. Notare i loro vestiti immacolati...
23/07/2018, 09:00

DAMASCO (SIRIA) - Ancora una volta, Israele entra in Siria. Con una complessa operazione logistica, sono stati portati via 800 cosiddetti "caschi bianchi", in collaborazione con gli Usa e diversi Paesi europei. I "caschi bianchi" ufficialmente sono volontari siriani che aiutano la popolazione bombardata dall'aviazione siriana e da quella russa, ma in realtà si occupano di altro. Ma nessun siriano ha mai visto "caschi bianchi" nelle zone bombardate nè è stato aiutato da loro. Sicuramente sono la fonte di molte fake news contro Assad, a cominciare da quelle sugli inesistenti attacchi con armi chimiche contro la popolazione civile. Si tratta di una organizzazione creata dall'esercito inglese che, come è noto, è la longa manus degli Usa in Medioriente. 

La versione ufficiale sostiene che l'operazione è nata perchè adesso che tutti i gruppi ribelli sono stati sconfitti in Siria, i "caschi bianchi" erano in pericolo. In realtà se Assad ha concesso ai terroristi di potersene andare senza problemi, perchè dovrebbe prendersela contro civili? Alcuni giornali mediorientali hanno avanzato l'ipotesi che in realtà tra quegli 800 ci fossero sabotatori e terroristi; ma adesso che sono passati in Giordania, diventa impossibile rintracciarli. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©