Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Sono due navi cariche di rifornimenti per Gaza

Israele: la Marina sta abbordando navi dirette a Gaza


Israele: la Marina sta abbordando navi dirette a Gaza
04/11/2011, 14:11

TEL AVIV (ISRAELE) - Il governo israeliano ha deciso di rompere gli indugi e ha dato ordine alla Marina di fermare a qualsiasi costo le due navi (la Saoirse, irlandese, e la Tahrir, canadese) il cui arrivo è previsto a Gaza in giornata, nell'ambito della operazione "Freedom Waves for Gaza" (Onde di libertà per Gaza). Per questo diverse unità militari sono già pronte ad attaccare le due navi mercantili. Sulla Tahrir, dove sono in contatto col resto del mondo tramite radio e collegamenti internet, hanno esposto dei cartelli, scritti in inglese ed in ebraico, in cui si ricorda ai militari israeliani che l'abbordaggio è un atto ostile e quindi di pirateria.
Ed infatti, alle 14.50 circa, ora italiana, le navi hanno cominciato l'abbordaggio della Tahrir ad opera di soldati armati. Chissà perchè quando lo fanno dei poveracci somali la chiamano pirateria; quando lo fanno i soldati israeliani, nessuno dice niente, la Tv non ne parla e i giornali tacciono.
A quanto pare, l'obiettivo delle navi militari è di dirottare le due navi su Ashdod, dove l'equipaggio verrebbe arrestato e le navi depredate e spogliate di tutto ciò che contengono, come successe con la Freedom Flottilla del 2010. L'alternativa è l'assalto armato, con la strage di tutto l'equipaggio che è disarmato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©