Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Channel 2 rivela i piani del governo Netanyahu

Israele: rovesceremo Abu Mazen se la Palestina entrerà nell'Onu


Israele: rovesceremo Abu Mazen se la Palestina entrerà nell'Onu
14/11/2012, 13:37

TEL AVIV (ISRAELE) - Israele si prepara a rovesciare il governo palestinese retto da Abu Mazen, se quest'ultimo non dovesse ritirare la propria richiesta di far diventare la Palestine membro osservatore del'Onu; se Abu Mazen dovesse ritirarla, Israele è pronto ad offrire un accordo temporaneo per il riconoscimento di uno Stato palestinese, con confini temporanei. Insomma, o la Palestina si mette nella mani di Israele, rischiando di essere distrutta, oppure verrà sicuramente distrutta: secondo il governo Netanyahu non ci sono altre alternative. 
Questo il contenuto di un documento, reso noto dalla Tv israeliana Channel 2. Che è la stessa che pochi giorni fa aveva reso noto un altro documento, firmato dal Ministro degli Esteri Liebermann, nel quale si diceva che, se la Palestina entrasse all'Onu, il suo governo sarebbe collassato. 
 C'è un precedente storico curioso, straordinariamente simile a questo. Quando nel 1939 Hitler cominciò a fare pressioni diplomatiche sulla Polonia, affinchè accettasse la creazione di un corridoio tra la Germania e la Pomerania orientale (una regione tedesca che, dopo la Prima Guerra Mondiale, era stata staccata dal resto dei territori tedeschi per consentire alla Polonia un accesso al mare), propose lo stesso tipo di accordo: la Polonia doveva rinunciare ai trattati di mutua assistenza con Francia e Inghilterra, in cambio di un prolungamento del trattato tra Germania e Polonia e un accomodamento sui nuovi confini tra i due Stati. In quel caso il no della Polonia portò alla Seconda Guerra Mondiale. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©