Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La Polizia parla di terrorismo, ma è una vendetta privata

Israele: soldato ucciso da 16enne palestinese


Israele: soldato ucciso da 16enne palestinese
13/11/2013, 11:34

NAZARETH (CISGIORDANIA) - Nuovo episodio di violenza, su un autobus in viaggio tra Nazareth e Afula: un ragazzo palestinese di 16 anni ha estratto un coltello e ha pugnalato un soldato a morte. Poi ha cercato di fuggire, ma è stato fermato ed interrogato dalla Polizia. 
La Polizia ha affermato che si è trattato di un attacco di origine terroristica, ma secondo quello che ha detto il ragazzo è stata solo una vendetta, dopo che due suoi zii erano stati trucidati a sangue freddo da alcuni soldati a Jenin. Quando ha visto il soldato salire da solo sull'autobus, il ragazzo ha estratto il coltello e ha colpito. 
Ovviamente la stampa israeliana si è gettata sulla vicenda in funzione antipalestinese. E così la vicenda è stata messa in relazione con la scarcerazione, avvenuta alcuni giorni fa, di 26 detenuti palestinesi. E i giornali hanno detto che non bisogna più liberare detenuti, perchè altrimenti uccideranno altri israeliani. 
Naturalmente i giornali non parlano di quanti palestinesi sono stati trucidati dai coloni palestinesi o dai soldati israeliani solo per passatempo, nè parlano dei continui attacchi che i coloni israeliani stanno sferrando da settimane per ottenere altre terre ora abitate dai palestinesi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©