Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Israele sotto choc: gli ebrei iraniani votano Ahmadinejad


Israele sotto choc: gli ebrei iraniani votano Ahmadinejad
11/06/2009, 09:06

Yediot Ahronot, il più importante quotidiano israeliano, ha pubblicato un articolo che ha destato molto scalpore in Israele: alle elezioni di domani in Iran, in cui si deciderà il Presidente iraniano, gli ebrei iraniani voteranno per Ahmadinejad. Sì, proprio per quel presidente iraniano che viene indicato come il più grande pericolo per Israele, che definisce Israele un cancro da estirpare e via discorrendo.
Impazziti? No, semplicemente loro la situazione la vivono, non dipendono dalle campagne stampa che gli estremisti di Tel Aviv fanno in tutto il mondo. Soprattutto sanno che Ahmadinejad parla solamente, non agisce. Lo fa per motivi politici interni, ma non è in grado di minacciare seriamente Israele. Tuttavia le sue dichiarazioni sono ottime scuse per garantire al governo di Tel Aviv armi, sostegno economico e una buona copertura quando manda l'esercito e l'aviazione a massacrare i civili dei Paesi confinanti. Per esempio nei giorni scorsi Israele ha detto apertamente che se le elezioni di domenica scorsa in Libano fossero andate in un modo non soddisfacente per loro (cioè se avesse vinto Hezbollah), ci sarebberop state conseguenze militari; ma nessuno ha protestato. Vorrei vedere che succederebbe se Ahmadinejad dicesse che se le elezioni in un'altra nazione non vanno come dice lui, attacca con l'esercito. Ci sarebbero titoli a 9 colonne contro il guerrafondaio iraniano; la stessa cosa detta da Netanyahu genera sui giornali applausi perchè tutela gli israeliani.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©