Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

ISTANBUL: IN CENTINAIA PUNTI DA ZECCHE


ISTANBUL: IN CENTINAIA PUNTI DA ZECCHE
20/05/2008, 12:05

E' allarme sanitario ad Istanbul dove quasi 200 persone, nell'ultimo fine settimana, sono andate in ospedale dopo aver trovato zecche sul proprio corpo, soprattutto tra i capelli. Solo nell'ultimo mese sette persone sono morte in varie parti del paese, in particolare in Anatolia e vicino al Mar Nero, a causa della febbre emorragica di Crimea-Congo che è provocata dalla puntura delle zecche. La gran parte dei pazienti ricoverati in ospedale avevano trascorsoil fine settimana facendo picnic sui prati della città dove le zecche, a causa delle elevate temperature, si stanno moltiplicando in maniera esponenziale. La febbre emorragica di Crimea-Congo colpisce prevalentemente gli animali e raramente l'uomo, che può essere infettato esclusivamente attraverso la puntura delle zecche e il contatto con il sangue o i tessuti di animali infetti. La mortalità di questa malattia , che fu identificata per la prima volta in Crimea nel 1994 e successivamente in Congo, è del 30% circa e contro di essa non esiste vaccino.

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©