Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

''Avete preso la persona sbagliata''

Italiana rapita in Algeria, appello da parte dello zio


Italiana rapita in Algeria, appello da parte dello zio
06/02/2011, 19:02

Appello da parte dello zio della donna rapita in Algeria "Avete preso la persona sbagliata, andava lì per fare volontariato''.
Anche se nessuna rivendicazione del sequestro è stata ancora diffusa, sembra sempre più chiara l'implicazione del terrorismo dietro al sequestro, l'auto usata dai sequestratori è appartenente a gruppi di persone vicino Al Qaeda.
L'ambasciata italiana è costantemente in stretto contattato con l'unità di crisi della Farnesina e la polizia algerina.
Il rapimentodi Maria e del proprio autista, è avvenuto intorno alle ore 18 di Mercoledì, ad Alidem, a Sud di Djanet, una delle città più importanti del deserto sudorientale algerino.
Un commando di 14 uomini alla guida di due pick-up, con un intervento fulmineo ha messo in atto il sequestro e sono poi scappati verso il Niger, come confermato dalla chiamata fatta da Maria ai propri ospitanti .

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©