Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

L'attentato il giorno dopo la conquista di Marjah

Kamikaze a Kabul, 17 morti, tra cui un italiano


Kamikaze a Kabul, 17 morti, tra cui un italiano
26/02/2010, 09:02

KABUL (AFGHANISTAN) - Immediata reazione dei talebani alla annunciata conquista di Marjah, capitale del distratto di Helmand (uno dei 350 distretti in cui è diviso l'Afghanistan), da parte degli eserciti della Nato. Un kamikaze si è fatto esplodere alle 6.30 ore locale (erano le 3 in Italia) nei pressi dell'Hotel Safi Landmark, a Kabul, capitale dell'Afghanistan. Nell'esplosione sono morte, oltre al kamikaze, almeno 17 persone, mentre altre 32 sono rimaste ferite. Secondo le prime informazioni, tra i morti ci sarebbero un italiano e quattro indiani, ma ancora non sono state rese note le identità.
Tuttavia, dato che i talebani occupano principalmente la zona al confine tra Afghanistan e Pakistan, ci potrebbero essere complicazioni, se l'India accusasse il Pakistan di essere in qualche modo coinvolto. Dati i rapporti molto tesi esistenti tra i due Stati, l'eventualità è da scongiurare, ma non si può escludere a priori

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©