Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Karadzic al Tpi: né colpevole né innocente


Karadzic al Tpi: né colpevole né innocente
03/03/2009, 16:03

L'ex leader politico dei serbi di Bosnia, Radovan Karadzic, si è rifiutato di dichiarare se si considera "colpevole o non colpevole" del nuovo capo di imputazione che lo accusa ora di due genocidi, non solo di uno. Karadzic, arrestato il 21 luglio dello scorso anno, è comparso oggi di nuovo davanti al Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia, all'Aja dove ha confermato la decisione di difendersi da solo e di non dichiarare la sua colpevolezza o la sua innocenza. Secondo il nuovo capo di imputazione, Karadzic dovrà rispondere di "due genocidi" commessi nel corso della guerra in Bosnia Erzegovina (1992-1995). Il precedente atto d'accusa menzionava invece un solo genocidio. Il primo riguarda "i crimini commessi in Bosnia nel 1992" e il secondo il "massacro di Srebrenica" del luglio 1995. Il nuovo atto d'accusa è stato presentato lo scorso settembre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©