Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ma il Paese in realtà è sempre più integralista

Karzai batte cassa alla Nato: 100 miliardi di dollari in 10 anni


Karzai batte cassa alla Nato: 100 miliardi di dollari in 10 anni
06/12/2011, 10:12

BONN (GERMANIA) - Il presidente afgano Hamid Karzai si è presentato in maniera molto chiara alla conferenza di Bonn sul futuro dell'Afghanistan. E l'ha fatto battendo cassa: 10 miliardi di dollari all'anno, tra il 2014 - data in cui gli eserciti occidentali lasceranno il Paese - e il 2025. Karzai ha spiegato la necessità di queste risorse con le necessità di mantenere un esercito di 350 mila soldati, come quello che sta nascendo. La somma può anche sembrare enorme, ma è una inezia, rispetto ai 150 miliardi all'anno che vengono spesi per mantenere le truppe occidentali. In questo caso, gli Usa hanno già detto che sono disposti a versare 3 miliardi di euro; l'Europa, Italia compresa, ne verserebbe un miliardo. Resta da trovare la parte rimanente.
Ma per cosa? I talebani non saranno più al potere, ma l'Afghanistan resta un Paese estremista. Le lapidazioni sono praticamente all'ordine del giorno, spesso sotto gli occhi dei soldati americani che si guardano bene dall'intervenire. A Kabul l'80% delle ragazze tra i 12 e i 18 anni che sono in carcere, sono accusate di aver fatto sesso prima del matrimonio o di non aver accettato il matrimonio imposto dalle loro famiglie. Quindi, che differenza c'è tra l'attuale governo e quello dei talebani?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©