Dal mondo / America

Commenta Stampa

Intanto Israele innalza l'allerta militare

Kerry: "Assad è un criminale e un assassino"


Kerry: 'Assad è un criminale e un assassino'
30/08/2013, 20:41

WASHINGTON (USA) - Gli Usa continuano a preparare il terreno, mediaticamente, per l'attacco alla Siria. E lo dimostra il Segretario di Stato (l'equivalente del Ministro degli Esteri) John Kerry, che in una intervista ha definito Bashar al Assad "criminale" e "assassino", e poi ha aggiunto: "Sappiamo che il governo siriano ha ucciso almeno 1429 persone civili, tra cui 426 bimbi, con armi chimiche. Sappiamo da dove sono stati lanciati i missili, sappiamo l'ora e sappiamo dove sono atterrati. Partivano da zone controllate dal regime e finivano su zone controllate dall'opposizione". senza però mostrare alcuna prova a sostegno delle sue affermazioni (peraltro smentite dalle foto satellitari russe che dimostrano che i missili li hanno lanciati i ribelli, ndr). Ma questo non migliora la situazione delle alleanze. Ormai solo la Francia si è dichiarata disposta a sferrare l'attacco insieme agli Usa. A complicare le cose, la Russia ha annunciato l'invio di due navi da guerra nella zona di mare antistante la Siria.
Intanto Israele si prepara all'offensiva: da una parte sono stati messi in allarme le batterie missilistiche, dall'altra testimoni oculari hanno visto concentramenti di soldati e di carri armati nei pressi di Gaza. Non si esclude che il governo voglia approfittare del clamore di una eventuale offensiva in Siria per sferrare un nuovo attacco sulla popolazione civile palestinese. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©