Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ci sono anche 150 feriti, di cui 15 giornalisti

Kiev: scontri tra Polizia e manifestanti, 9 morti


Kiev: scontri tra Polizia e manifestanti, 9 morti
18/02/2014, 19:45

KIEV (UCRAINA) - L'Ucraina è nuovamente in fiamme, per gli scontri tra Polizia e manifestanti anti-Yanukovich. Tutto è iniziato in mattinata. Una manifestazione voleva arrivare davanti al Parlamento, dove l'opposizione stava discutendo una modifica alla Costituzione per ridurre i poteri del Presidente. Ma la Polizia ha bloccato il percorso della manifestazione, e lì sono scoppiati i tafferugli. Ognuna delle due parti, come sempre avviene in questi casi, ha dato la colpa all'altro. 

Il bilancio però è tragico: due poliziotti sono morti, così come sette civili. Di questi, solo due sono stati identificati: si tratta di Serghii Didik, consigliere comunale in una città dell'Ucraina occidentale, e di Volodimir Kishuk, residente nell'Ucraina sudorientale. Inoltre ci sono stati almeno 150 feriti, di cui 15 sono giornalisti, tra cui quelli dell'Associated Press e della Reuters. 

Il governo ucraino ha accusato i governi dei Paesi occidentali di essere responsabili degli scontri, avendo incoraggiato gli esponenti più estremisti dopo gli scontri avvenuti qualche settimana fa. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©