Dal mondo / America

Commenta Stampa

La vittima fu rapita ad 11 anni e liberata a 29

La California paga 20 milioni di $ per non avere impedito un rapimento


La California paga 20 milioni di $ per non avere impedito un rapimento
02/07/2010, 16:07

CALIFORNIA - Lo Stato della California ha accettato di pagare 20 milioni di dollari alla famiglia di Jaycee Lee Dugard, per bloccare l'azione fatta tramite il Tribunale civile, per non avere sorvegliato più attentamente il suo rapitore, Philip Garrido.
La storia inizia nel 1976, quando Garrido viene condannato a 50 anni di reclusione, per aver rapito e stuprato una donna. Nel 1987 viene rilasciato sulla parola, e da quel momento avrebbe dovuto essere controllato dagli agenti di sorveglianza. Che invece non si sono accorti che nel 1991 aveva rapito l'allora 11enne Jaycee Lee e se l'era portata a casa, dove l'aveva violentata ripetutamente; tanto che nel tempo da quei rapporti nacquero due figli: uno nel 1994 e uno nel 1998.
Lo scoprirono solo nel 2009, quando Garrido si recò in un campus universitario con l'allora 29enne Jaycee Lee per fare volantinaggio per conto di una setta religiosa che frequentava. In quella occasione il suo comportamento insospettì alcuni poliziotti che fermarono lui e la ragazza e scoprirono chi era veramente. Dopo di che Garrido fu arrestato insieme alla moglie, complice del rapimento e della detenzione della ragazza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©