Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

LA CINA APRE ALLE AGENZIE DI STAMPA INTERNAZIONALI


LA CINA APRE ALLE AGENZIE DI STAMPA INTERNAZIONALI
15/11/2008, 11:11

Il governo cinese ha deciso ieri di allentare le restrizioni alla circolazione delle notizie provenienti dall'estero e all'attività dei provider internet nella Repubblica Popolare, siglando con Canada, Usa ed Unione Europea un accordo commerciale che apre le porte all'arrivo nel paese delle agenzie di stampa internazionali. Bloomberg, Dow Jones & Company, Reuters e le altre potranno così competere più liberamente sul mercato dell'informazione e vendere i loro servizi anche in Cina, dove nel 2006 il governo aveva introdotto controlli talmente severi sul settore da spingere Usa e Unione Europea ad appellarsi all'Organizzazione Mondiale per il Commercio. Statunitensi ed europei contestavano l'obbligo, per la stampa straniera che voleva lavorare in Cina, di ottenere una licenza rilasciata dall'agenzia Xinhua, un organo controllato dallo Stato che cura l'ufficio stampa del Partito Comunista e che compete al tempo stesso sul mercato cinese dell'informazione. Grazie all'accordo siglato a Ginevra, le testate straniere non dovranno più richiedere questo nulla-osta: Pechino istituirà invece una commissione indipendente che controllerà le notizie finanziarie ed i provider dell'informazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©