Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

Il premier giapponese: "Risponderemo duramente"

La Cina sfida il Giappone: 8 motovedette alle isole Senkoku/Diaoyu


La Cina sfida il Giappone: 8 motovedette alle isole Senkoku/Diaoyu
23/04/2013, 10:07

ISOLE SENKAKU/DIAOYU - Sale di nuovo la tensione tra Cina e Giappone, per via delle isole Senkaku (che i cinesi chiamano isole Diaoyu). Nei giorni scorsi 172 parlamentari giapponesi, tra cui tre ministri, sono andati a fare una visita al santuario shintoista Yasukuni, che si trova su una delle isole, per rendere onore a 2,5 milioni di soldati morti durante la Seconda Guerra Mondiale per difendere quella zona di mare. 
E a questo la Cina ha risposto inviando 8 motovedette all'interno delle acque territoriali delle isole (quindi in acque giapponesi), sfidando la sovranità nipponica. Una provocazione a cui il premier Shingo Abe ha risposto, sostenendo che il Giappone userà la forza, se necessario, per mantenere il controllo sulle isole.
C'è da dire che la visita dei giapponesi allo Yasukuni ha irritato anche la Corea del Sud, altra vittima dell'espansionismo militare giapponese nel '900,  il cui governo ha deciso per ritorsione di cancellare un incontro, previsto da tempo, con membri del governo di Tokyo. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©