Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ma Pyongyang sostiene il proprio diritto a farlo

La Corea del Nord lancia missile, la comunità internazionale protesta


La Corea del Nord lancia missile, la comunità internazionale protesta
12/12/2012, 14:01

PYONGYANG (COREA DEL NORD) - Alla fine, la Corea del Nord il suo missile l'ha lanciato. Si tratta di un missile per la messa in orbita di un satellite per le telecomunicazioni. Doveva essere lanciato tra il 10 e il 29 dicembre e infatti così è stato. La notizia del lancio è stata confermata anche dall'agenzia di stampa Nuova Cina e dal Giappone, il cui territorio è stato sorvolato dal missile. 
Proteste sono giunte dagli Stati Uniti, dal Giappone, dalla COrea del SUd e anche, un po' a sorpresa dalla Russia. Proteste a cui Pyongyang ha risposto sostenendo il proprio diritto a lanciare i propri satelliti con mezzi propri. 
In realtà la vicenda è più complessa. Mettere in orbita un satellite per telecomunicazioni significa avere la possibilità di sparare una testata a 20 mila chilometri di distanza. In pratica, si può colpire un obiettivo in qualunque parte del mondo. E la Corea del Nord, in cima a quel missile, è in grado di mettere alcune testate nucleari. Per questo la comunità internazionale protesta: ora la Corea è da considerarsi una potenza nucleare mondiale a tutti gli effetti.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©