Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Accolto il ricorso della famiglia Maiorano

La Corte Europea condanna l'Italia per la semilibertà di Izzo


La Corte Europea condanna l'Italia per la semilibertà di Izzo
15/12/2009, 14:12

STRASBURGO - Nuova condanna per l'Italia da parte della Corte Europea dei Diritti dell'uomo, per la vicenda di Angelo Izzo. In particolare sono sotto accusa i giudici di Palermo che cancellarono ad Izzo la semilibertà, nonostante avesse violato le regole della semilibertà. Inoltre sotto accusa anche i giudici di Campobasso che non avevano avvertito il Tribunale di Sorveglianza delle infrazioni di Izzo.
Approfittando della cessazione degli obblighi di legge, Angelo Izzo uccise Maria Carmela Linciano e Valentina Maiorano, il 28 aprile del 2005. Contro i magistrati di Palermo iniziò un'azione disciplinare del Csm, che fu archiviata; stessa fine fece un'azione legale dei coniugi Maiorano contro i magistrati di Campobasso. Invece, secondo la Corte Europea, le sanzioni erano da infliggere.
Adesso l'Italia ha 3 mesi di tempo per presentare ricorso, altrimenti scatteranno le sanzioni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©