Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Al porto giornalisti e Croce Rossa

La Costa Allegra arriva nel porto di Mahè

Nessun seychellese ad attendere la nave

La Costa Allegra arriva nel porto di Mahè
01/03/2012, 09:03

Ha visto terra questa mattina, intorno alle 6 (ora italiana), dopo essere stata trainata per due giorni da un peschereccio francese. La Costa Allegra è arrivata al porto di Mahè (Seychelles) dopo essere rimasta alla deriva nell’Oceano Indiano a causa di un incendio sviluppatosi all’interno della sala macchine del cargo lo scorso lunedì. Una volta giunta in porto ci sono volute due ore per portare a termine le operazioni di attracco, subito dopo si è dato il via alle operazioni di sbarco dei 627 passeggeri della Costa Allegra. Ma solo alcuni di questi torneranno a casa. Circa 378 vacanzieri hanno infatti deciso di continuare il soggiorno restando sull’isola di Mahè a spese della compagnia. Disavventura finita dunque anche se, nelle ultime ore, il rientro della Costa Allegra nel porto di Mahè ha destato non poche preoccupazioni. La nave, infatti, ha dovuto attraversare un quadrante di mare nell’Oceano Indiano considerato a rischio pirateria. La rotta è stata costantemente tenuta sotto controllo da un pattugliatore delle autorità delle Seychelles e seguita da alcuni elicotteri. Al momento dell’arrivo, nel porto di Mahè ad attendere la nave c’erano una trentina di giornalisti e la Croce Rossa locale che ha allestito delle tende e predisposto due ambulanze. Pronte anche alcune casse di acqua minerale. L’incidente ha danneggiato l’impianto elettrico della Costa Allegra e non ha provocato alcun danno ai passeggeri ma solo grandi disagi. Niente condizionamento d’aria, cucine chiuse e bagni inutilizzabili per tre giorni. A differenza di quanto accaduto per la Costa Concordia, la popolazione delle Seychelles è rimasta apparentemente indifferente all’avventura della nave tanto che, all’arrivo della Allegra, non si è notata alcuna folla di curiosi.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©