Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Intanto Gazprom minaccia l'Ucraina: niente gas

La Crimea chiede l'intervento russo, Putin acconsente


La Crimea chiede l'intervento russo, Putin acconsente
01/03/2014, 09:34

SINFEROPOLI (UCRAINA) - Sergiy Aksyonov, eletto premier dal parlamento regionale della Crimea, ha chiesto al Presidente russo Vladimir Putin di intervenire in Crimea per "ristabilire la calma e la pace". Una richiesta che Putin ha immediatamente accolto, per ora a parole. Ma già da ieri, ben prima di questa richiesta, 2000 paracadutisti russi - truppe di elite - sono arrivati in un aeroporto appena fuori la capitale Sinferopoli. 

Intanto arrivano pressioni anche dalla Gazprom, la società russa del gas. Ha minacciato il governo di Kiev di chiudere i rubinetti del gas se non pagheranno l'enorme debito - circa un miliardo e mezzo di dollari - che l'Ucraina ha con la Gazprom. E che intanto il prezzo di favore che paga l'Ucraina potrebbe essere rivisto.

Gli Usa dal canto loro hanno affermato il loro sostegno al governo di Kiev, invitando la Russia a non interferire con le dinamiche interne di quello che sta succedendo in Ucraina. Il vice presidente statunitense Joe Biden ha pubblicamente elogiato la "moderazione" del governo ucraino. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©