Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

E' l'ultima proposta del governo di destra

La Danimarca come Hitler: un'isola per confinare i migranti


La Danimarca come Hitler: un'isola per confinare i migranti
05/12/2018, 13:11

COPENAGHEN (DANIMARCA) - Continua la campagna anti-migranti del governo danese, con una maggioranza di destra. L'ultima novità è la proposta di trasferire i migranti irregolari o che delinquono nell'isola di Lindholm, una delle isole dell'arcipelago danese. L'isola è sede di un istituto di ricerca veterinaria ed è collegata alla terraferma solo da un ferry boat, chiamato "Virus". Secondo la proposta (che è una misura propagandistica, in vista delle elezioni legislative dell'anno prossimo) l'isola non sarebbe una prigione, dato che le persone trasferite lì potrebbero prendere il ferry per tornare sulla terraferma, anche se dovrebbero poi tornare indietro ogni sera. 

La proposta è sinistramente simile a quella avanzatra da Hitler nel 1940, quando propose di concentrare tutti gli ebrei nell'isola di Madagascar, allora possedimento francese. L'iniziativa poi non trovò realizzazione per svariati motivi, ma è preoccupante che a distanza di quasi 80 anni le proposte siano sempre le stesse: isolare e cancellare le persone. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©