Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Una ogni 48 Kmq, nessuno ha fatto lo stesso

La Danimarca guarda al futuro: costruirà 900 colonnine per il rifornimento di auto elettriche


La Danimarca guarda al futuro: costruirà 900 colonnine per il rifornimento di auto elettriche
23/08/2011, 16:08

COPENAGHEN (DANIMARCA) - Mentre nel resto del mondo si dibatte se questa crisi lascerà strascichi o conseguenze, laddove la crisi è stata superata si pensa al futuro. Come in Danimarca, per esempio. Il governo ha deciso di costruire, entro la fine del 2011, 900 colonnine elettriche per rifornire le batterie delle auto che usano, appunto, motori elettrici. Prezzo flat (400 euro al mese), e ricarica libera in qualsiasi punto del Paese. Con una tale selva di colonnine (una ogni 48 chilometri quadrati), diventa semplice scorazzare avanti e indietro senza problemi. L'unico problema è l'attacco: compatibile solo con una vettura della Renault; il che fa sorgere molti problemi sulla possibilità di libera scelta dei cittadini.
Ma quello che è importante è il segnale: piaccia o meno, il prezzo del petrolio è destinato a salire sempre di più. E quindi, cominciare a fare a meno del carburante è un segnale importante.
Inutile dire che in Italia siamo più o meno agli antipodi. Esiste un progetto pilota, ma è risibile: 1000 colonnette (una ogni 330 Kmq.) da costruire entro il 2015. E comunque, il fatto che il governo attuale abbia deciso di aumentare la tassazione sulle imprese che si occupano di energia verde, la dice lunga sulla volontà di una crescita futura eco-compatibile per il nostro Paese.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©