Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Agisce nei territori illegalmente occupati in Cisgiordania

La Deutsche Bank mette una società israeliana nella lista nera


La Deutsche Bank mette una società israeliana nella lista nera
18/02/2014, 18:34

BERLINO (GERMANIA) - La Deutsche Bank ha messo un'altra società nella sua "lista nera" di quelle aziende che non verrà finanziata, a causa dei suoi investimenti non etici. Ma a scatenare una forte reazione è il fatto che la società è israeliana. Si tratta della Poalim Bank, che ha il suo centro di interessi nelle colonie illegali che Israele ha creato in Cisgiordania, dopo aver deportato o ucciso i palestinesi che vi abitavano prima. 

La "lista nera", che viene compilata da una società esterna alla Deutsche Bank, comprende altri nomi illustri, come la Lockheed Martin e la Northrop, storici fornitori di aerei militari all'aviazione statunitense.

Questa decisione è la smentita più evidente al discorso fatto lunedì dal premier israeliano Benjamin Netanyahu, che aveva accusato: "La cosa più riprovevole è di vedere persone sul suolo dell’Europa parlare del boicottaggio di ebrei. E’ un fenomeno oltraggioso… In passato gli antisemiti boicottavano esercizi di proprietà ebraica, adesso invocano il boicottaggio dello Stato ebraico, e del solo Stato ebraico". E' vero che in passato il boicottaggio nella Germania nazista è stato fatto contro gli ebrei, ma contestare uno Stato che invade i territori di altri Paesi non ha nulla a che fare con quell'episodio di 90 anni fa. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati