Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Sarebbe la chiave per arrivare all'eutanasia

La Francia pronta ad introdurre la "sedazione terminale"


La Francia pronta ad introdurre la 'sedazione terminale'
19/12/2012, 16:30

PARIGI (FRANCIA) - Il professor Didier Sicard era stato incaricato dal premier francese François Hollande di stendere una relazione su come rendere più "confortevole" la strada verso il fine vita. Dopo sei mesi di indagini, verifiche, incontri con i familiari dei malati terminali, è stato presentato il rapporto. La novità che questo rapporto propone è l'introduzione per legge della possibilità di una "sedazione terminale", per coloro che sono ammalati senza possibilità di guarire. Si tratta di una forte iniezione di anestetici che porterebbe in una situazione di coma farmacologico, per poi lasciarlo così, finchè la malattia non l'avrà ucciso. 
La soluzione proposta però sta sollevando proteste, perchè molti ritengono sia un escamotage per giungere all'eutanasia attiva, cioè con la somministrazione di un farmaco mortale (l'eutanasia passiva, cioè il diritto del paziente di rifiutare le cure, anche se questo lo mette in pericolo di vita, è già un diritto dal 2003). Ma Sicard, nel suo rapporto, mette chiaramente per iscritto di non voler arrivare ad una legge sulla eutanasia. 
Tuttavia i sostenitori dell'eutanasia fanno presente che già attualmente non è difficile per i pazienti terminali francesi risolvere i problemi, se hanno i soldi per andare in Belgio o in Svizzera, dove l'eutanasia è legale da anni.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©