Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Secondo i sondaggi, Neo Demokratia potrebbe vincere

La Grecia si prepara alle elezioni, Tsipras rischia


La Grecia si prepara alle elezioni, Tsipras rischia
10/06/2019, 13:35

ATENE (GRECIA) - Secondo i mass media greci, oggi il premier Alexis Tsipras andrà dal presidente Prokopis Pavloupolos a chiedere lo scioglimento del Parlamento e l'indizione di nuove elezioni per il 7 luglio, 3 mesi prima della scadenza naturale della legislatura. La mossa è stata decisa dopo il risultato elettorale: Rsipras teme che la distanza tra il suo partito e Neo Demokatia possa aumentare. Infatti, alle elezioni europee c'è stata una differenza di 9 punti pecrentuali, differenza che dovrebbe esserci anche a luglio, con una vittoria del partito di centrodestra con il 33% dei consensi, contro il 24% di Syriza. Situazione che potrebbe consentire, grazie al premio di maggioranza (50 seggi su 300 del Parlamento al partito che conquista più voti), a Neo Demokratia di conquistare la maggioranza assoluta. In questo senso, Tsipras sta pagando le leggi lacrime e sangue che hanno consentito alla Grecia di riemergere dal baratro economico in cui era precipitata. E a nulla è servito fare negli ultimi due anni leggi più sociali come l'aumento delle pensioni. Sugli altri partiti, dovrebbe essere una debole presenza dei socialisti, intorno all'8%. Mentre i voti di Alba Dorata (partito di estrema destra razzista e xenofobo) dovrebbero trasferirsi a "Soluzione ellenica", altro partito di estrema destra, xinofobo, ma filo russo e legato a Putin. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©