Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

LA GROENLANDIA SI AVVICINA ALL'INDIPENDENZA


LA GROENLANDIA SI AVVICINA ALL'INDIPENDENZA
26/11/2008, 12:11

La Groenlandia è un immenso territorio, grande 4 volte la Francia, ma abitato solo da 60 mila persone. Fa parte della Danimarca, ma ha una notevole autonomia. Autonomia che da oggi è aumentata, dopo l'esito del referendum di ieri che ha consegnato - col sì del 75% degli abitanti - di fatto un preavviso di indipendenza alla Danimarca, sostegno da quasi tutti i partiti locali. Infatti il referendum stabilisce che a fronte di una progressiva riduzione dei 400 mila euro annui che la Danimarca versa a questa provincia, la Groenlandia avrà più libertà in termini di amministrazione della giustizia e di polizia, ma soprattutto in termini di sfruttamento delle risorse naturali. Infatti, anche se adesso la Groenlandia è una zona povera, l'innalzamento della temperatura sta sciogliendo il permafrost che copre i suoi terreni, rendendo più accessibili quelli che promettono di essere ottimi giacimenti di oro, petrolio, gas naturale, rubini. Tutte cose che permetteranno loro di arricchirsi, anche senza contare sui sussidi danesi, nel lungo periodo. E già si parla di una proclamazione di indipendenza da ottenere entro il 2021, tricentenario della conquista dell'isola da parte della Danimarca.

E intanto già si pensa ad alcuni dettagli, come per esempio il fatto che diventerà probabilmente la sede più disagiata d'Europa per gli ambasciatori, visto che ha sei mesi all'anno di oscurità e si trova ad un passo dal Polo Nord.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©