Dal mondo / America

Commenta Stampa

Dove è il confine tra privacy e interesse dei genitori?

La madre legge il profilo di Facebook del figlio e lui la denuncia


La madre legge il profilo di Facebook del figlio e lui la denuncia
09/04/2010, 16:04

ARKANSAS (USA) - Quale è il confine tra la normale preoccupazione di un genitore per il comportamento del figlio e la violazione della sua privacy? E' un problema che esiste da sempre, ma oggi con le nuove tecnologie ha assunto nuove sfumature. E la prova sta nella denuncia per molestie che Lane New, 16enne ragazzo statunitense, ha fatto contro la madre Denise.
Tutto nasce quando Lane, che vive con la nonna e che ha i genitori separati, va dalla madre Denise ed usa il PC materno per visitare il suo profilo di Facebook; dopo di che se ne va senza uscire dal profilo stesso. A questo punto la madre ha un dilemma: qualche tempo prima aveva ricevuto una telefonata da parte di un amico del figlio, che le aveva detto che Lane aveva postato sul social network il fatto che era andato con l'automobile a 150 Km/h perchè turbato dalla cessazione di una storia sentimentale. Cosa fare? La preoccupazione ha avuto il sopravvento e Denise ha cominciato a dare un'occhiata, scrivendo anche qualche cosa e cambiando la password, in modo da potervi accedere lei. Ma questo è stato mal digerito da Lane, che ha denunciato la madre per molestie, dato che questo comportamento si qualifica così secondo la legge americana

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©