Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Il governo di Teheran ringrazia per il gesto umanitario

La Marina Usa libera 13 marinai iraniani prigionieri dei pirati


La Marina Usa libera 13 marinai iraniani prigionieri dei pirati
07/01/2012, 14:01

GOLFO DI OMAN - Blitz della portaerei statunitense John Stennis, mandata in missione di disturbo e provocazione degli iraniani, contro una nave sequestrata dai pirati somali e battente bandiera delle Bahamas. Prima hanno fatto fuoco le artiglierie della Stennis a scopo intimidatorio, poi una delle navi di scorta, la cacciatorpediniera USS Kidd, ha abbordato la nave scarcando un gruppo di soldati sulla tolda per mezzo degli elicotteri. I soldati hanno catturato i 15 pirati somali - che sono stati mssi in arresto sulla Kidd - e liberato i 13 iraniani di equipaggio; rifornito la nave, che poi si è diretta verso i porti di casa.
Il governo iraniano ha ringraziato pubblicamente la Marina statunitense per l'atto umanitario compiuto, attraverso le parole del portavoce del Ministero degli Esteri, Ramin Mehmanparas. Resta da vedere se e come quanto successo verrà utilizzato dalle due parti per la guerra mediatica e propagandistica in corso da tempo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©