Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Le preoccupanti parole dell'inviato russo Rogozin

La Nato si prepara ad attaccare Siria ed Iran?


La Nato si prepara ad attaccare Siria ed Iran?
06/08/2011, 16:08

MOSCA (RUSSIA) - Sono preoccupanti le dichiarazioni - rilasciate al quotidiano russo Izvestizia e riprese dall'agenzia cinese Xinhua - di Dmitri Rogozin, inviato della Russia alla Nato.
Secondo quanto riferito da Rogozin, la Nato starebbe stendendo piani bellici per una invasione dell'Iran, al fine di rovesciare il governo di Ahmadinejad, approfittando anche di una certa debolezza politica del Presidente, che non ha la maggioranza del Parlamento. Non sarebbe escluso neanche un intervento in Siria, anche qui contro il rigime di Bashar Assad; ma in questo caso servirebbe prima la copertura diplomatica dell'Onu. E quindi sarebbe necessaria una "risoluzione forzata" da parte del Consiglio di Sicurezza. L'obiettivo finale sarebbe l'installazione di governi più vicini alle linee politiche dei Paesi occidentali.
Rogozin, a nome del governo russo, ha espresso preoccupazione per la stabilità dell'area.
Naturalmente c'è da sperare che i piani siano solo esercizi teorici. A parte le difficoltà economiche degli Usa e della Gran Bretagna (che dovrebbero fornire il grosso dei mezzi e dei soldati), in questo periodo il Medioriente è una polveriera. Destabilizzare ulteriormente la zona, può avere conseguenze inimmaginabili.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©