Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

AL governo dovrebbe andare un Partito di estrema destra

La Norvegia vira a destra, le elezioni le vincono i conservatori


La Norvegia vira a destra, le elezioni le vincono i conservatori
10/09/2013, 17:05

OSLO (NORVEGIA) - Ormai appare certo che le elezioni in Norvegia verranno vinte, con ampio margine, dalla coalizione di centrodestra, formata dal partito COnservatore, dai Democratici Cristiani, dai Liberali e dal Partito del Progresso, estremista e xenofobo (vi era iscritto anche Breivik, l'autore della strage di Utoya in cui morirono oltre 80 persone). Secondo le previsioni, dovrebbero conquistare 99 seggi su 169. Niente da fare per il premier uscente Stoltenberg, che già questa mattina ha ammesso la sconfitta e dato, come è prassi in questi casi in Norvegia, le dimissioni per passare il potere al suo successore. 
Le previsioni per il futuro sono ora di un ulteriore isolamento del Paese dall'Europa, una tendenza comune anche al centrosinistra (infatti la Norvegia non fa parte dell'Unione europea nè dell'euro) ma che verrà estremizzata data la indispensabilità che assumerà, nel nuovo governo, il Partito del Progresso.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©