Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Accolta la proposta di Mosca

La Siria accetta controllo sulle armi chimiche

Obama: sviluppo "potenzialmente positivo"

La Siria accetta controllo sulle armi chimiche
10/09/2013, 14:24

ROMA   -  Il ministro degli Esteri siriano,  Walid Muallem,  ha dichiarato pubblicamente, a Mosca, che la Siria accetta la proposta di porre il suo arsenale chimico sotto tutela internazionale. Il ministro ha precisato  che l'ok del regime siriano "sull'iniziativa che riguarda le armi chimiche" è arrivato già ieri sera, dopo un intenso round di colloqui con il collega russo Sergei Lavrov.  Anche il presidente americano Barack Obama si è nel frattempo mostrato possibilista sull'iniziativa di Mosca ed intervistato dalla Cnn, Obama ha detto che la proposta di Mosca costituisce uno sviluppo "potenzialmente positivo" verso la soluzione del conflitto, e per questo è disposto a prendere "sul serio" questa proposta. Obama ha comunque messo in guardia il regime di Bashar al Assad da qualsiasi tentativo di diversione e ha affermato che questo cambiamento di attitudine altro non è che il risultato della minaccia di un intervento armato. Parole di apprezzamento per la proposta russa giungono anche da Teheran e da Pechino. La portavoce del ministero degli Affari Esteri, Marzieh Afgham, ha detto oggi che L'Iran "accoglie con favore" l'iniziativa di Mosca. Analogamente, Hong Lei, portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha detto che la Cina si rallegra e sostiene la proposta russa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©