Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Tel Aviv agisce con la collaborazione di Abu Mazen

La Striscia di Gaza è senza elettricità, Israele chiude i rubinetti


La Striscia di Gaza è senza elettricità, Israele chiude i rubinetti
12/04/2010, 17:04

GAZA - Un altro stop alla produzione elettrica di Gaza. L'unica centrale elettrica ancora funzionante ha finito le sue riserve di carburante (è una centrale termica) e quindi ha chiuso l'ultima turbina ancora funzionante. Già due mesi fa Abu Mazen e il suo seguito di funzionari hanno dirottato i soldi dall'acquisto del carburante agli stipendi dei funzionari stessi. E questo portò alla chiusura di due turbine su quattro. La terza fu chiusa quando l'Unione Europea ha smesso di fornire il carburante all'Anp, cioè allo stesso Abu Mazen. L'ultima turbina è stata chiusa adesso, dato che Israele continua a bloccare l'accesso di qualsiasi bene alla Striscia di Gaza e quindi non fa passare nè il carbnurante nè l'energia elettrica, come previsto dagli accordi preliminari della "road map".
Di conseguenza adesso nella Striscia di Gaza non c'è alcun mezzo elettrico attivo; cosa che impedisce alle pompe dell'acqua di funzionare, al cibo di essere conservato, e così via.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©