Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Si cerca di liberare i campi sovraffollati della Grecia

La Ue pronta ad una nuova ondata di migranti dalla Siria


La Ue pronta ad una nuova ondata di migranti dalla Siria
14/09/2018, 17:10

BRUXELLES (BELGIO) - Dall'Unione Europea qualcosa si muove, per evitare di farsi cogliere impreparati da una possibile nuova ondata di profughi provenienti dalla Siria. Infatti è iniziato l'attacco ad Idlib, ultima e più grande roccaforte che raduna tutti i mercenari del sedicente "Esercito libero siriano" e i miliziani di Al Qaeda e dell'ISIS. E il timore è che possano arrivare fino ad 800 mila profughi da quella enclave. Se la Turchia (che comunque ospita lungo il confine già 3,5 milioni di profughi) non dovesse fermarli, si teme l'arrivo di molte imbarcazioni dirette in Grecia. 

E qui sorge il problema, perchè in Grecia sono stati costruiti campi profughi per 6000 persone, che però oggi ne ospitano 17 mila. Quindi diventa necessario svuotare i campi profughi, prima dell'arrivo degli altri. Si pensa ad un primo trasferimento di 3000 persone sul continente, soprattutto quelli che hanno chiesto asilo o che soffrono di qualche malattia. Il problema è se si riuscirà a trovare un accordo per la loro sistemazione, data l'intransigenza di molti governi europei. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©