Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

I 6 colpevoli sanzionati, devono spazzare un prato

La violentano e le spezzano la schiena, non sono stati imputati


La violentano e le spezzano la schiena, non sono stati imputati
02/11/2013, 13:39

NAIROBI (KENYA) - Sei persone aggrediscono una sedicenne che sta tornando a casa dopo il funerale del nonno, la stuprato ripetutamente, la riempiono di botte ed infine la scaraventano in una latrina profonda 6 metri, per cercare di farla annegare nei liquami. La ragazza è stata salvata, ma ha una frattura alla spina dorsale, che l'ha paralizzata dalla schiena in giù. 
Un episodio gravissimo, accaduto a Nairobi, capitale del Kenya. Ma ancora più grave è quello che è accaduto dopo.
La ragazza ha descritto i suoi aggressori e ne ha identificati tre. Ma nessuno di loro è stato imputato dei gravissimi reati commessi. Sono stati solo sanzionati per una infrazione amministrativa e condannati a fare un po' di pulizia nel giardino della casa del Commissario di Polizia.
Questo trattamento di favore ha suscitato una forte reazione da parte della gente, che ha indetto manifestazioni e cortei per strada, chiedendo la galera per i violentatori ed una indagine sul comportamento della Polizia. Una richiesta che ha superato i confini nazionali, grazie ad una petizione sul sito avaaz.org ed una campagna su Twitter con l'hashtag #Justice4Liz (Liz è il nome di fantasia con cui è stata indicata la 16enne nelle notizie di cronaca). 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©