Dal mondo / America

Commenta Stampa

Si tratterebbe di una cifra molto elevata

La Warner Bros devolve fondi per la strage di Denver

L'assassino era iscritto a un sito di incontri per adulti

La Warner Bros devolve fondi per la strage di Denver
24/07/2012, 18:12

DENVER (STATI UNITI) - Una strage che ha lasciato il mondo esterrefatto, l'America è ancora sconvolta e tutto è accaduto in un luogo deputato alla finzione. Ora è lo stesso mondo del cinema a interrogarsi su quanto accaduto a Denver il 20 luglio scorso. La Warner Bros ha deciso di stanziare una somma per le vittime della strage nel cinema Aurora. Non si conosce l'importo della somma devoluta, ma si tratterebbe di una cifra elevata. E' stata una decisione presa dalla casa di produzione del film, davanti al quale si è compiuta la strage. La Warner Bros è in contatto con l'ufficio del Governatore del Colorado John Hickenlooper. Dal suo ufficio è stata annunciata la notizia, apparsa poi sul quotidiano "The Hollywood Reporter". Il fondo delle vittime del massacro compiuto da James Holmes viene alimentato da donazioni da tutti gli Stati Uniti e coinvolgerà tutte le famiglie delle persone rimaste vittime del massacro. L'amministratore delegato di Warner Bros Barry Meyer ha inviato un'e-mail ai dipendenti spiegando loro come effettuare donazioni all'Aurora Victim Relief Fund attraverso il sito www.givingfirst.org.
Intanto viene scandagliata la vita dell'autore della strage. Dopo aver cercato il suo profilo su Facebook e Twitter, gli investigatori hanno scoperto che James Holmes si era iscritto su un sito di incontri per adulti, AdultFriendFinder.com. Le indagini hanno rivelato che l'uomo il 5 luglio scorso era stato rifiutato da tre donne conosciute sul sito. Il killer nel suo profilo diceva di essere alla ricerca di un rapporto sessuale occasionale anche con due o più partner.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©