Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Usò il social network per descare una 17enne, che uccise

"L'assassino di Facebook" è stato condannato all'ergastolo


'L'assassino di Facebook' è stato condannato all'ergastolo
09/03/2010, 15:03

LONDRA - E' stato condannato all'ergastolo l'inglese Peter Chapman, 33 anni, meglio noto come "l'assassino di Facebook". Champman usò il noto social network con intenti criminali: creò il falso profilo di Peter Cartwright, 19 anni, e con quello adescò nell'ottobre scorso la 17enne Ashleigh Hall, convincendola ad un incontro. Per non insospettirla, dato che non ha l'aspetto di un 19enne, le mandò un SMS, dicendo che sarebbe andato a prenderla il padre. All'appuntamento quindi si presentò CHapman, che portò la Hall in un campo, la violentò e la uccise. Ma gli investigatori rintraciarono il colpevole, seguendo le sue tracce elettroniche, scoprendo che era un recidivo: era stato in galera dal 1996 al 2001 per una serie di rapine ai danni di prostitute.
Il PM ha chiesto il massimo della pena, e la sentenza dimostra che la sua richiesta è stata accolta: Chapman è stato condannato all'ergastolo (la dizione in Inghilterra è "a discrezione della Regina")  ed una sua eventuale domanda di sconto della pena o di benefici non potrà essere rivolta ai magistrati prima di 35 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©