Dal mondo / Australia

Commenta Stampa

Approvato il referendum, ora la legge

L'Australia dice sì ai matrimoni gay


L'Australia dice sì ai matrimoni gay
15/11/2017, 10:29

SIDNEY (AUSTRALIA) - Alla fine, il referendum se fare o meno una legge sul matrimonio gay in Australia ha dato il suo responso. Il 61,6% di chi ha votato ha detto di sì a questa legge. Anche se ha votato quasi l'80% dei cittadini, il referendum non è vincolante. Quindi deve essere il Parlamento a recepire il risultato del referendum e convertirlo in una legge. E il premier Malcolm Turnbull ha promesso che la legge verrà approvata entro dicembre. 

La notizia è stata accolta con gioia dalla popolazione e ci sono state diverse manifestazioni in favore della legge. Fino al 1994 i rapporti omosessuali erano vietati dalla legge. Poi nel 2004 venne stabilita l'illiceità dei matrimoni omosessuali, quando l'allora primo ministro conservatore John Harvard modificò l'allora legge sul matrimonio in maniera restrittiva, limitando il matrimonio al rapporto tra un uomo e una donna. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©