Dal mondo / America

Commenta Stampa

Secondo il Regno Unito, poi l'Australia. Italia solo ottava

Lavoro: per i professionisti gli Usa sono la meta migliore


Lavoro: per i professionisti gli Usa sono la meta migliore
02/05/2012, 18:05

LONDRA - Il posto migliore dove lavorare e vivere, anche in tempo di crisi? Secondo un sondaggio internazionale, che ha coinvolto oltre 2.300 professionisti, la meta preferita sono gli Stati Uniti, seguiti da Regno Unito e Australia. Ottava invece l'Italia, scelta solo dal 2% dei professionisti migranti, al pari di Cina e Brasile. La ricerca «Global professionals on the move 2012», condotta dalla società di reclutamento Hydrogen in collaborazione con la business school Escp Europe, indica però che l'andamento dell'economia potrebbe presto stravolgere la classifica. «Le persone adesso sentono il bisogno di andare dove ci sono maggiori possibilità di guadagno», spiega Dan Church, direttore del gruppo di ricerca londinese. «Negli ultimi cinque anni le destinazioni più frequenti sono state New York, Londra e Hong Kong. Oggi si aggiungono posti come Singapore, e il Vietnam», dice ancora Church. Lo studio è stato condotto attraverso una serie di interviste a oltre 2.350 persone provenienti da tutto il mondo di età compresa tra i 21 e i 70 anni. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©